Esodo e confini

Esodo e Confini
Rassegna di cinema
Bolzano-Merano- Bressanone
15,16,17,18, 23 maggio 2017
A cura di Adel Jabbar

 

Descrizione dell’iniziativa :
Da anni a livello mondiale si succedono grandi trasformazioni in vari ambiti, dall’economia all’ambiente, e ciò comporta serie conseguenze sugli aspetti culturali, sociali ed organizzativi interni dei singoli territori.
Perciò oggi diventa sempre più necessario pensare al pianeta terra e alle popolazioni che lo abitano in termini di sistema, superando quindi le visioni ristrette e tradizionali, perché di fatto oggi le realtà territoriali sono fortemente connesse, ed i flussi di persone che si spostano rendono permeabili anche i luoghi più piccoli.
Anche l’Alto Adige è immerso in questo processo e negli ultimi anni si trova ad affrontare i problemi legati all’arrivo ed al passaggio di queste persone, migranti e profughi, dovendone gestire la presenza e, soprattutto, avendo la necessità di elaborare nuovi percorsi capaci di costruire una convivenza stabile tra le popolazioni locali e realtà sempre più plurali.

Obiettivo del progetto:
Il progetto ha l’obiettivo di individuare un percorso di comunicazione e contatto con la cittadinanza per promuovere consapevolezza del dramma umano che si sta svolgendo sotto i nostri occhi e per comprendere l’origine come anche le conseguenze dei processi di migrazione in corso che modificano il nostro assetto sociale. Per riflettere sui temi dei conflitti e dell’immigrazione il progetto propone di partire da spunti offerti dalla più recente produzione cinematografica e da spunti letterari.
Per contribuire a questo processo di comprensione in corso la cooperativa Cedocs, da anni impegnata nel campo dell’interculturalità e della mediazione culturale, in collaborazione con il sociologo prof. Adel Jabbar, propone un’iniziativa culturale di sensibilizzazione per il pubblico della nostra provincia, consapevole dell’urgenza che questi movimenti migratori pongono alla nostra realtà istituzionale e civile.

La manifestazione prevede:
• inaugurazione alla presenza dell’assessore comunale di Bolzano alla Cultura ed alle Attività Sociali, dott. Sandro Repetto, e della dott.ssa Alexandra Poeder, della Ripartizione Presidenza e relazione esterne della Provincia Autonoma di Bolzano. Dopo l’intervento del dottor Adel Jabbar, sociologo esperto dei processi interculturali e delle migrazioni, curatore della rassegna, e del Presidente Cedocs, Franco Gaggia, vi sarà l’intervento musicale del gruppo interculturale “zio cantante” con una performance che ha come tema la realtà della migrazione, dei profughi e dei richiedenti asilo;
• proiezione di 5 film – a Bolzano, Merano, Bressanone e presso due istituti scolastici di Bolzano (Liceo Carducci e IISS De’ Medici) – su temi riguardanti l’area dei conflitti, le rotte migratorie, la politica dell’accoglienza e la convivenza.
• tavola rotonda dal titolo “Pagine e voci che narrano la migrazione”, durante la quale scrittori ed esponenti della cultura presenteranno opere letterarie che trattano la questione relativa ai profughi, migranti e richiedenti asilo; per questa attività si prevede la presenza degli autori;
• tavola rotonda dal titolo “Il cinema tra luoghi e volti della migrazione” con la presenza di registi cinematografici.

Per tale progetto la cooperativa Cedocs collabora con diverse realtà istituzionali e associative:
Sostegno finanziario Ufficio Cooperazione allo Sviluppo-Ripartizione Presidenza e Relazioni Estere, Provincia Autonoma di Bolzano
Patrocinio Comune di Bolzano
Patrocinio Comune di Merano
Istituto Scolastico Superiore “ Claudia de’ Medici e Liceo G. Carducci al fine di coinvolgere il target giovanile;
Bibliotiche pubbliche ( Biblioteca provinciale C. Augusta, Biblioteca Civica di Merano, Biblioteca cultura del Mondo e Biblioteca Civica di Bolzano per la diffusione dell’iniziativa e la promozione delle pubblicazioni riguardanti il tema dei profughi e delle migrazioni;

Si ringraziano per la collaborazione
Cinema Capitol/Filmclub di Bolzano per l’affitto della Sala 2 per le proiezioni
Centro Mairania di Merano per l’affitto della sala per la performance musicale e le proiezioni dei film in rassegna e per la pubblicizzazione della manifestazione nell’area meranese;
UPAD Merano, per la pubblicizzazione della manifestazione nell’area meranese;
Accademia Cardinale Nikolaus Cusanus per la proiezione di film della rassegna a Bressanone

Un particolare ringraziamento per la fornitura dei film a:
GVC e Terra di tutti Film Festival di Bologna, Al-Ard film festival di Cagliari, Tutti Nello stesso Piatto Festival Internazionale CINEMA & VIDEODIVERSITA’ di Trento.

I commenti sono chiusi